Timeline Image

Storia di una leggenda

2010's Era

2010 - La leggenda continua

Indian Motorcycle® ritorna, più forte che mai

Gli ultimi 10 anni hanno segnato un momento di straordinaria crescita per Indian Motorcycle. Abbiamo costruito un brillante futuro sulla base di un passato leggendario attraverso innovazioni tecnologiche, partnership gratificanti e una gamma di moto autentiche ed iconiche in continua espansione.

  • 2018 — La nuova FTR 1200 inspirata alla FTR750 viene ufficialmente svelata al grande pubblico.
  • 2018 — Travis Pastrana riproduce le celebri imprese dello stuntman Evel Knievel, incluso il volo attraverso la fontana del Caesars Palace di Las Vegas.
  • 2018 —Indian Motorcycle Racing e Jared Mees si aggiudicano i campionati americani di Flat Track .
  • 2017 — Il membro dell'Indian Wrecking Crew Jared Mees vince l'American Flat Track Championship dopo ben sessant'anni di assenza del marchio sui circuiti.
  • 2017 — Lee Munro onora il record registrato dallo zio Burt nel 1967 in sella ad una moderna scout "Spirit of Munro" lanciandosi a 190 mph sulle Bonneville Salt Flats.
  • 2017 — Indian Motorcycle lancia la nuova Scout ® Bobber.
  • 2016 — Indian Motorcycle presenta due nuovi modelli - la Indian Springfield ® e Chieftain Dark Horse ® insieme all'avanzato sistema Ride Command. ®
  • 2016 — Indian Motorcycle collabora con Jack Daniels ® e Klock Werks Kustom Cycles per la creazione delle Limited Edition Jack Daniels Indian Springfield ® e Chief ® Vintage.
  • 2016 — Indian Motorcycle debutta sui circuit di Flat Track con la nuova Indian ® Scout ® FTR750.
  • 2015 — Indian Motorcycle presenta le Chief Dark Horse ® e Scout ® Sixty.
  • 2015 — Indian Motorcycle lancia una partnership pluriennale con Veteran's Charity Ride to Ride to Sturgis TM.
  • 2014 — Motorcycle.com nomina Indian ® Chief ® “Cruiser of the Year 2014”, onorando anche Chief ® Classic e Chief Vintage.
  • 2014 — Indian Motorcycle aggiunge alla gamma la Roadmaster ® e la nuovissima Scout. ®
  • 2013 — Indian Motorcycle svela il nuovo potentissimo motore Thunder Stroke ® 111 V-Twin.
  • 2013 — Le nuovissime Chief  Classic, Chief  Vintage, e Chieftain ® si uniscono alla gamma.
  • 2011 — Polaris Industries annuncia l'acquizione di Indian Motorcycle.
2000's Era

Anni 2000 - Un futuro incerto

Tempi difficili per la prima azienda motociclistica d'America®

La Indian Motorcycle Company of America va in bancarotta e cessa la produzione. Le cose iniziano a cambiare soltanto nel 2008 quando una società finanziaria privata con sede a Londra,Stellican Ltd, acquista le attività della Indian Motorcycle e fonda uno stabilimento di produzione a Kings Mountain, NC. Tra il 2008 e il 2011, viene prodotto un modesto numero di moto Indian Chief con motori V-twin da 105. Nel 2011, Stellican vende Indian Motorcycle a Polaris Industries.

1990's Era

Anni 90 - Il marchio rinasce

La leggenda torna a splendere

La produzione esclusiva di modelli Indian Motorcycle riprende nel 1998. L'unione di nove società dà vita alla Indian Motorcycle Company of America (IMCA), con sede a Gilroy, CA. L'IMCA produce i modelli Chief, Scout e Spirit alimentati da motori acquisiti da S&S Cycle, Inc.

1970's Era

Anni 70- La fine di un'era

La morte delle due Leggende

Clymer muore di infarto nel 1970 e il suo avvocato, Alan Newman, acquisisce il marchio Indian Motorcycle. Newman continua a vendere un esiguo numero di moto a marchio indian. La maggior parte di queste sono prodotte a Taiwan con cilindrate comprese tra i 50cc e 175cc. Le vendite subiscono una forte contrazione per poi esaurirsi del tutto nel 1977.

1960's Era

Anni 60 - A caccia di record

La storica impresa di Burt Munro

Nel 1967, Burt Munro (68 anni) ottiene il record di classe (cilindrata inferiore a 1000 cm³) alla velocità di 295,5 km/h e, durante le qualifiche, viene cronometrato a 305,9 km/h, la velocità ufficiale più alta mai registrata con una Indian.

Negli anni 40, Munro aveva iniziato a rivendicare una serie di record di velocità su terra in Nuova Zelanda. Negli anni '40 e negli anni '50, la sua Scout era ormai troppo veloce per i campionati neozelandesi. Avverato il sogno di gareggiare sul lago salato di Bonneville Speedway, Munro e la sua Scout corsero su quel percorso ben nove volte, stabilendo record mondiali in tre di esse. Burt Munro fu inserito nella AMA Hall of Fame nel 2006, omaggio ad un'impresa iniziata ottant'anni prima.

1950's Eras

Anni 50 - La nascita della Wrecking Crew

Alla conquista del mondo delle gare motociclistiche

I piloti Bobby Hill, Bill Tuman ed Ernie Beckman dominano nelle competizioni sulle strade tra la fine degli anni 40 e i primi anni 50. Tra i loro migliori risultati spiccano tre vittorie consecutive alla Springfield Mile. Hill vince la Springfield Mile nel 1951 e 1952;Tuman la vince nel 1953. I tre si aggiudicano anche premi e gare nei principali eventi coast to coast. John Brockhouse sostituisce Rogers come presidente della Indian Motorcycle. Sfortunatamente, nel 1953, la Indian Motorcycle cessa le operazioni ed è discontinua nella produzione di tutti i modelli. Nel 1955, Brockhouse Engineering acquista le licenze ed i Marchi della Indian Motorcycle e vende le Royal Enfield importate negli USA sotto il nome di Indian Motorcycle fino al 1960

1940's Era

Anni 40 - Un mondo in guerra

La Indian Motorcycle serve il proprio paese

Tra il 1940 e il 1945, Indian Motorcycle sostiene le forze alleate durante la Seconda Guerra Mondiale, fabbricando dapprima motociclette per il governo francese e, a partire dal 1941, il Modello 841 per l'esercito americano. Pochissime furono le unità prodotte a scopo civile. Nel 1945, i fratelli Du Pont vendono l’azienda a Ralph B. Rogers. Rogers acquista anche la Torque Manufacturing Co., ha bisogno di utilizzare il talento dell’ex ingegnere Indian Motorcycle G. Briggs Weaver. Weaver lavora per la Torque e sta progettando diversi modelli che Rogers vuole vengano prodotti dalla Indian Motorcycle. La prima gamma del dopoguerra consiste solo nella Indian Chief dato che la produzione viene riconvertita per Ia clientela dopo essere stata dedicata alla produzione di motociclette militari durante la Guerra. Nel 1948, vengono introdotti il nuovo motore bicilindrico in verticale da 440cc per le Indian Scout ed il monocilindrico sempre verticale da 220cc per le Indian Arrow. Questi modelli sono percepiti come sportivi e leggeri e sono immessi nel mercato per contrastare il successo nelle vendite delle moto “leggere” di importazione.

1930's Era

Anni 30 - Gli anni della depressione

Crescita continua in un contesto economico assai povero

E. Paul Du Pont vende le sue azioni della DuPont automobile alla Indian Motorcycle e, insieme a suo fratello Francis, acquista una grossa fetta di azioni della Indian Motorcycle. E. Paul è costretto ad uscire dal consiglio di Amministrazione dell’azienda, mettendo F. “Joe” Hosley, in carica delle operazioni day-to-day allo stabilimento di Springfield. Nel 1932, vengono lanciate le 203 Scout e Scout Pony. Nel 1934, è la volta della Sport Scout. Nei primi anni 30, la situazione economica della Nazione deprime il mercato delle moto dove crollano le vendite, incluse quelle della Indian Motorcycle. Nel 1936, Indian Motorcycle presenta il modello del 1936 “upside-down” Four, che ha un sistema di scarico con valvole posizionate nella parte superiore rispetto alle valvole di aspirazione poste alla base dei cilindri. Nel 1937, Ed Kretz vince la prima Daytona 200 su una Indian Sport Scout preparata. Nel 1938, il Jackpine Gypsies, un club di Indian Motorcycle a Sturgis, S.D., prende parte ad una corsa chiamata Black Hills Classic che si terrà annualmente e che evolverà nello Sturgis Motorcycle Rally.

1920's Era

Anni 20 - Nasce la leggenda

Nasce la Indian Motorcycle Company

I primi anni Venti rappresentano un momento molto importante per la Indian Motorcycle, che irrompe sulla scena con il lancio, nel 1920, della prima Indian Scout. È una moto affidabilissima, veloce, maneggevole ed invoglia numerose persone alla guida. Vengono poi presentate la Chief (1922), la Big Chief® (1923), la Prince® (1925) e, a seguito dell'acquisizione della Ace Motor Corporation, l' Ace® (1927). Nel 1923, l’azienda cambia nome da Hendee Manufacturing Company a Indian Motocycle Company – la “r” non è ancora presente nella parola motocycle associate a Indian. Nel 1927, Indian Motorcycle introduce il motore bicilindrico a V da 750cc, essenzialmente una versione maggiorata del motore della Scout, considerato uno dei motori più performanti mai prodotti dall'azienda.

1910's Era

Anni 10 - Record ed Innovazioni

La tecnologia avanza

Indian Motorcycle presenta importanti novità tecnologiche nei modelli degli anni 10, tra cui la forcella anteriore a balestra ed una pompa olio automatica. Alcuni modelli hanno anche il cambio a doppia velocità, pedane poggiapiedi, avviamento elettrico, il logo Indian Motorcycle, luci elettriche ed il leggendario motore Powerplus 1000cc

Sono anche anni di importanti record:

  • 1913 — oltre 32.000 Indian Motorcycle vendute
  • 1914 — Erwin “Cannonball” Baker guida da San Diego alla East Coast nel un nuovo tempo record di 11 giorni, 12 ore, 10 minuti.
  • 1915 — Erwin “Cannonball” Baker stabilisce il miglior tempo nella Three-Flag run che va dal Canada al Messico passando per la California, conclusa in tre giorni e mezzo.

Il co-fondatore George Hendee si dimette dalla carica di presidente. Nel 1917, gli Stati Uniti sono coinvolti nella prima Guerra Mondiale. In questo periodo, Indian Motorcycle dedica molta della sua produzione al materiale bellico. Come risultato, i concessionari hanno poco magazzino e le vendite crollano significativamente. L’azienda fornisce all’esercito Americano circa 50.000 moto dal 1917 al 1919, molte delle quali basate sul modello Indian Powerplus. Resistenti, versatili e potenti, servono bene le truppe.

1900's Era

1900 - La prima bici a motore

La prima azienda motociclistica americana

George Hendee, promoter di gare ed ex campione di ciclismo, assume Oscar Hedstrom per costruire bicilette motorizzate per corse ciclistiche. Hedstrom realizza la prima bicicletta motorizzata che dà subito prova di potenza e affidabilità, rafforzando la reputazione dell’azienda nella creazione di prodotti dalle elevate prestazioni. Più tardi, nello stesso anno, il primo stabilimento dell’azienda viene costruito nel centro di Springfield.

Nel 1902, si realizza la prima vendita di una Indian Motorcycle ad un cliente. Lo stesso anno, Indian vince anche una gara di endurance da Boston a New York City.

  • 1903 — Il co-fondatore dell’azienda e capo degli ingegneri Oscar Hedstrom porta una delle sue motociclette a stabilire un nuovo record mondiale di velocità raggiungendo I 90km/h. Lo stesso anno, vince anche una gara di endurance, rimanendo in sella alla sua moto da New York a Springfield e ritorno.
  • 1906 — I concessionari della Indian Motorcycle George Holden e Louis J. Mueller guidano una Indian da San Francisco a New York in 31 giorni e 1/2 senza nessun guasto meccanico, stabilendo un nuovo record.
  • 1907 — L’americano T.K. Hastings porta alla vittoria una Indian Motorcycle nella 1.000-miglia trial in Inghilterra.

Nel 1906, viene costruito il primo motore bicilindrico a V da corsa. Una versione stradale basata sul motore da corsa è presentato sul mercato per i modelli del 1907, rendendo il motore da 39-ci (633 cc), 42 gradi di inclinazione, il primo bicilindrico a V Americano prodotto per il pubblico.

1890's Era

1897: Nasce una leggenda

L'azienda muove i suoi primi passi

George M. Hendee fonda un’azienda che produce biciclette chiamata Hendee Manufacturing Company. I modelli di biciclette prodotte hanno nomi come Silver King, Silver Queen e American Indian, che viene poi abbreviato nel semplice “Indian” e ne diviene il modello principale.

Trova il rivenditore più vicino